"Dovresti tornare a Guidare il Camion Elvis"

Book Review / Change and Organization


"Dovresti tornare a Guidare il Camion Elvis"
Alessandro Fabris , Manager, Italy

Recensione dell'ultimo libro di Sebastiano Zanolli


Sono in aereoporto a Londra Gattwick ed ho appena terminato “Torna a guidare il camion Elvis” l’ultima opera di Sebastiano Zanolli. Da quando ho conosciuto Sebastiano, due anni fa leggendo in un weekend tutti i suoi libri, e’ diventato un punto di riferimento per la mia crescita sia professionale che personale (diciamo che c’e’ il suo zampino su molte mie scelte… anche se lui non lo sa!!!) Chi sono, cosa faccio, sono felice, dove sto andando? Sono domande che anche tu come me ti fai spesso? Se si, l’ultimo libro di Sebastiano ti aiutera’ molto, se no leggilo… comincerai a fartele… “Torna a guidare il camion Elvis” sintetizza in modo esemplare il pensiero e la filosofia di Sebastiano Zanolli dando un senso ancora più compiuto a tanti concetti e pensieri, gia’ emersi nelle sue precedenti opere (tanto che leggendo a tratti mi sono preoccupato che sebastiano non abbia con quest’ultimo libro voluto regalarci la sua opera omina e quindi l’ultima). Il libro con lo stile diretto e chiaro di sempre (frasi brevi e concise anche per concetti complessi) affronta il tema dei talenti ed unendo approci religiosi, filosofici, laici ci stimola alla loro ricerca e valorizzazione. Attraverso esercizi pratici e molto semplici ci aiuta rileggere in chiave critica il nostro io, a riscoprire la nostra dotazione di talenti, magari annebbiati dalla quotidianita’ o dall’anonimato imposto dalla televisione trash. L’invito che scorre fra le pagine e’ quello di farli “luccicare”, perche’ segni inequivocabili della nostra unicita’, perche’ attraverso di loro possiamo essere persone “compiute”. Attraverso esempi (la prima scalata del K2) ed esperienze personali (il superamento delle cefalee) Sebastiano ci trasmette la volonta’ di affrontare e non di subire le difficolta’ della vita ed ancor più del momento storico in cui viviamo. I nostri talenti sono il tavolo di lavoro sul quale, con sano realismo ma nutriti da un buon ottimismo dobbiamo avere il coraggio di “vendere” la nostra unicita’. Attenzione il libro e’ “pericoloso”, perche’ ti mette in discussione, ti invita ad agire a reagire, se non vuoi “fare” … lascia stare… Il libro non fa per te… Mi auguro che tanti come me si sentano “contagiati” dalle parole di Sebastiano, perche’ la nostra unicita’ non e’ solo la base della nostra felicita’, ma forse anche di quella di chi ci sta intorno. Il nostro paese, la nostra citta’, la nostra famiglia, le nostre aziende hanno bisogno dei nostri talenti! … sta a noi “giocarli”. Ne vale la pena? Pensate se Elvis Presley avesse ascoltato quel talent scout che gli suggeriva di “tornare a guidare il camion” rigettando una sua audizione…e fosse realmente tornato sul camion. Grazie Sebastiano!

React  |  More on the Author  |  More on this Interest Area   |  More on this View


Other Views by this Author: "Cosi' e' se vi pare" - Luigi Pirandello | Cause Related Marketing


 
About 12manage | Advertising | Link to us | Privacy | Terms of Service
Copyright 2017 12manage - The Executive Fast Track. V14.1 - Last updated: 27-5-2017. All names tm by their owners.