Memoria Organizzativa
(Walsh Ungson)

Centro di Conoscenza

   

Ritensione, aquisizione e recupero delle informazioni in un'organizzazione. Spiegazione di Memoria Organizzativa di Walsh e Ungson. ('91)

Indice

  1. Riassunto
  2. Forum
  3. Migliori Pratiche
  4. Expert Tips
  5. Risorse
  6. Stampa

Memoria Organizzativa (Walsh, Ungson)

Che cosa è la Memoria Organizzativa? Descrizione

Il metodo di Memoria Organizzativa di Walsh e Ungson è una tecnica che può essere usata per la ritensione, aquisizione e ricupero delle informazioni in un'organizzazione.

Walsh e Ungson suggeriscono che la struttura della memoria organizzativa può essere classificata all'interno di sei “recipienti di conservazione„ delle informazioni:

  • Individui,
  • Cultura (storia, modelli mentali),
  • Trasformazioni (i vari processi e procedure),
  • Strutture (ruoli all'interno dell'organizzazione),
  • Ecologia (regolazione fisica dell'organizzazione) e
  • Archivi esterni (documentazione delle informazioni).

La memoria organizzativa si riferisce alle informazioni memorizzate da un'organizzazione che possono essere usate per le decisioni in corso. Non è immagazzinata centralmente, ma è distribuita in diversi impianti in cui è conservata.
Il modello aiuta i manager di GRU a migliorare le chance di un'organizzazione di sfruttare al meglio il suo potenziale di memoria, modellando ed influenzando queste locations di memoria.

Origine di Memoria Organizzativa. Storia

Ci sono parecchi studiosi moderni che pubblicano lavori sulla memoria organizzativa. Ma è chiaro che le origini di questo concetto sono basate sul lavoro di studiosi dei primi del ventesimo secolo quali Durkheim e Vygotsky. Secondo Wexler (2002), la nozione di memoria organizzativa proviene dal lavoro di Durkheim e del suo protégé, ed è stato costruito sul concetto di memoria collettiva. Spender (1996) sostiene che la memoria organizzativa è collegata inestricabilmente al lavoro di Vygotsky e della teoria sociale della costruzione. Egli dice che l'attività sociale ha preceduto lo sviluppo della coscienza individuale (P. 71). Walsh e Ungson (1991) citano il lavoro di March e Simon (del 1958), che presuppone che la memoria di un'organizzazione o di un'istituzione può essere alloggiata nelle politiche e nelle procedure. Questa caratteristica di ritensione può anche provocare conseguenze negative. Walsh e Ungson (1991) inoltre citano il lavoro di Starbuck e Hedberg (1977), che sostengono che gli artefatti strutturati, quali i ruoli, possono dannegiare un'istituzione quando perdono nel tempo la loro efficacia e diventano impedimenti al cambiamento.


Uso del modello di Memoria Organizzativa. Applicazioni

  • Risorse Umane
  • Gestione della Conoscenza

Punti di Forza del concetto di Memoria Organizzativa. Benefici

  • Dà una struttura semplice per guidare gli sforzi di HR per migliorare la gestione di conoscenza.
  • Permette che le istituzioni traggano beneficio dalle informazioni storiche e dagli apprendimenti. Malgrado la natura transitoria dell'insieme dei membri organizzativi (Berthon, Pitt & Ewing, 2001).
  • Può servire da vantaggio competitivo (Wexler, 2002; Croasdell, 2001).
  • Può realmente ridurre i costi di transazione (Croasdell, 2001).
  • Può servire come ruolo politico nelle organizzazioni. Ciò può avere implicazioni sia positive che negative (Walsh e Ungson, 1991).

Limitazioni di Memoria Organizzativa. Svantaggi

  • Un'enfasi troppo forte sulla memoria organizzativa può disabilitare l'apprendimento di un'organizzazione, causando rigidità e cecità: le aziende non notano più i cambiamenti ambientali.
  • La memoria organizzativa è una funzione dell'età dell'istituzione, della dimensione e del successo (Sinkula, 1994; Lukas, Hult e Ferrell, 1996; e Berthon, Pitt e Ewing, 2001).
  • La precedente storia può causare abitudinarietà nel processo decisionale ed nel Apprendimento a ciclo singolo (Berthon, Pitt e Ewing, 2001).
  • Artefatti quali i ruoli e la struttura organizzativa, immagazzinati all'interno della cultura delle istituzioni, possono anche trasformarsi in impedimenti al cambiamento (Walsh e Ungson, 1991).

Presupposti del modello di Memoria Organizzativa. Condizioni

  • Secondo Walsh e Ungson (1991), quando pensate alla memoria organizzativa, dovete considerare tre fattori critici: ritensione, aquisizione e recupero.

Memoria Organizzativa Forum
  Organisational Memory Blocks Innovation
I have found that memory is always the worst deterrent for accepting new challenges - for welcoming new recruits, new ideas.
Memory is good only for history writers - in an ever changing market environment it is good only for old timers t...
     
 

Memoria Organizzativa Special Interest Group


Special Interest Group

Memoria Organizzativa Corsi & Eventi


Corsi, Seminari ed Eventi


Migliori Pratiche - Memoria Organizzativa Premium

Expert Tips (ENG) - Organizational Memory Premium
 

Barriers that Hinder Effective Knowledge Sharing

According to Chris Collison, there are seven common barriers or syndromes that hinder effecti...
Usage (application): Effective Knowledge Sharing, Pitfalls to Avoid, Knowledge Management Implementation
 
 
 

Strategies to Change Employee Habits, Hearts and Heads

According to J.E. Kee and K.E. Newcomer ("Why Do Change Efforts Fail? What Can Leaders Do About It?", The Public Manager, Fall 2008), the key to chang...
Usage (application): Changing Organization Cultures
 
 
 

How to Identify and Map Knowledge

In his article “Knowledge Mapping: The Essentials for Success”, Wesley Vestal provides following six tips to identify and map knowledge:
1. Defin...
Usage (application): Knowledge Identification, Knowledge Capturing, Knowledge Storage
 
 
 

Pitfalls and Best Practices in Culture Change

According to Jon Katzenbach and Ashley Harshak ("Stop Blaming Your Culture", strategy+business, Spring 2011, Issue 62), following myths of culture cha...
Usage (application): Changing Organizational Cultures, What to DO and what NOT
 
 
 

Critical Activities to Build a Learning Organization

Learning organizations are distinguished because they are undertaking certain activities to foster the internal learning process. Those activities inc...
Usage (application): Implementing Organizational Learning, Best Practices
 
 
 

Knowledge Management Scope

Research by Deishin Lee (HBS) and Eric Van den Steen (MIT) shows that recording mediocre know-how can actually be counter-productive, since such medio...
Usage (application): Knowledge Management, Level of Know-how
 
 
 

Knowledge Management Focal Point

Research by Deishin Lee (HBS) and Eric Van den Steen (MIT) shows that information about successes is typically more useful than information about fail...
Usage (application): Knowledge Management Focus
 
 
 

PROs and CONs of a Strong Corporate Culture

Implementing a significant change is generally easier when the corporate culture is not strong. By strong Corporate Culture is meant that values an...
Usage (application): Corporate Culture Change, Change Management, Organizational Change
 
 

Risorse - Memoria Organizzativa Premium
 

Notizie

Organizzativa Memoria
     
 

Notizie

Conoscenza Gestione
     
 

Video

Organizzativa Memoria
     
 

Video

Conoscenza Gestione
     
 

Presentazioni

Organizzativa Memoria
     
 

Presentazioni

Conoscenza Gestione
     
 

Di più

Organizzativa Memoria
     
 

Di più

Conoscenza Gestione
     

Paragonare a Memoria Organizzativa: Collegare le Epistemologie  |  SECI model  |  Gestione della Conoscenza (Collison & Parcell)  |  Cinque Discipline  |  Apprendimento Organizzativo  |  Sistemi Meccanicistici ed Organici  |  Action Learning  |  Livelli Culturali  |  Cambiare la Cultura Organizzativa  |  People CMM  |  MAGIC


Ritornare alla Disciplina di Gestione: Risorse Umane  |  Conoscenze & Valori Intangibili


Più Metodi, Modelli e Teorie di Gestione

Special Interest Group Leader

Lei qui


Tutto su 12manage | Pubblicitá | Collegati a noi | Privacy | Termini del Servizio
Copyright 2016 12manage - The Executive Fast Track. V14.1 - Ultimo aggiornamento: 1-10-2016. Tutto i nomi appartengono ai loro proprietari.