Vendor Managed Inventory

Centro di Conoscenza

   

Una pratica di supply chain dove il fornitore gestisce il magazzino a nome dell'organizzazione di consumo. Spiegazione del Vendor Managed Inventory. ('88)

Contribuito da: Eric Goh See Khai

Indice

  1. Riassunto
  2. Forum
  3. Migliori Pratiche
  4. Expert Tips
  5. Risorse
  6. Stampa

Vendor Managed Inventory

Che cosa è il Vendor Managed Inventory? Descrizione

Il Vendor Managed Inventory (VMI) è una pratica di supply chain dove il magazzino è controllato, pianficato e gestito dal vendor a nome dell'organizzazione di consumo, basata sulla domanda attesa e sui carichi del magazzino, minimi e massimi, precedentemente concordati. Tradizionalmente, il successo nella gestione della supply chain deriva dal capire e dal gestire il trade-off fra il costo del magazzino ed il livello di servizio. I progetti di VMI possono provocare miglioramenti in entrambe le dimensioni. Almeno 2 forme possono essere distinte:

  1. Un grossista (distributore) gestisce i livelli del magazzino di un rivenditore. Il VMI in questo contesto è anche denominato Efficient Consumer Response (ECR). Si noti che il rivenditore ancora possiede il magazzino, anche se l'ordine di riempimento è innescato dal grossista.
  2. Un produttore gestisce i livelli del magazzino per un distributore. Si noti che il distributore ancora possiede il magazzino, anche se l'ordine di riempimento è innescato dal produttore.

Il VMI è basato sul fatto che le partiti fornenti sono in una posizione migliore per gestire il magazzino poichè hanno una conoscenza migliore della capacità di produzione dei beni e dei termini di esecuzione. Inoltre, permettendo ai fornitori di gestire il magazzino si riduce il numero di strati della supply chain, aumenta la visibilità delle scorte e riduce i livelli generali del magazzino. Per permettere il VMI, i dati delle vendite devono essere forniti al vendor attraverso l'Electronic Data Interchange (EDI), altri mezzi elettronici, o attraverso gli agenti umani tradizionali nei punti vendita. Paragonare anche: Tecnologia RFID.


Altri termini per il VMI sono Continuous Replenishment e Supplier Managed Inventory.


Origine del Vendor Managed Inventory. Storia

Il VMI iniziò nel business del dettaglio e si sviluppò dal Efficient Consumer Response (ECR), dove la soddisfazione del consumatore o l'aspettativa del consumatore sulla disponibilità delle scorte è un modo importante per avere un vantaggio competitivo sugli altri. Il Wal-Mart è uno dei pionieri di successo di questa strategia di supply chain.

Il VMI ora sta progredendo gradualmente verso forme basate su partnership strategiche. Questo influenza il modo in cui le aziende programmano il loro magazzino, evolvendo in Collaborative Planning, Forecasting e Replenishment (CPFR).


Uso del Vendor Managed Inventory. Applicazioni

  • Settori sensibili di errore. Esempio: Settore Farmaceutico.
  • Outlets multipli, beni di consumo rapidi [FMCG]. Esempio: Wal-Mart.
  • Beni deteriorabili. Esempio: K Mart.
  • Componenti Importanti ed imprevedibili. Esempio: Produzione di PC. Paragonare: Modello di Kraljic.
  • Concorrenza forte (piccoli margini). Esempio: Automobilistico.

Fasi del Vendor Managed Inventory. Processo

Il VMI dovrebbe essere realizzato in un certo numero di fasi:

  1. Comunicare le aspettative di tutti le parti.
  2. Il rivenditore/distributore si deve impegnare a condividere informazioni precise.
  3. Il fornitore deve assicurare l'affidabilità della trasmissione, ricezione e uso delle informazioni.
  4. Accordo sulla politica di ordine, sul rischio e sulla condivisione delle ricompense.
  5. Allocare tempo e risorse.
  6. Lunghe prove.
  7. Implementazione e valutazione. Aggiustamento.
  8. Apprezzamento dei fornitori che gestiscono bene il magazzino. Esempio: promozione a Capitano di Categoria, schemi di partecipazione agli utili, ecc.

Punti di Forza del Vendor Managed Inventory. Benefici

  • A livello di Supply Chain:
    • Abbassa i livelli del magazzino al livello totale di supply chain.
    • Meno spese generali.
    • Vendite aumentate.
    • Riduce gli errori umani di data entry.
  • Vendors:
    • Approfondimento migliore della domanda del cliente (migliore uso delle risorse, riduzione del magazzino dei prodotti grezzi e di quelli finiti).
    • Comunicazione migliorata e più diretta con i clienti. Migliore analisi del mercato.
    • Vendite aumentate per mezzo della riduzione del tasso di out of stock.
    • Opportunità di fornire la gestione della categoria ed altri servizi a valore aggiunto.
  • Suppliers:
    • Riduzione dei tempi di riempimento e minori costi di inventario.
    • Vendite aumentate grazie a stock out ridotti.
    • Meno sovrabbondanza.
    • Costruisce forze strategiche stabilendo solidi rapporti di supply chain.
    • Assistenza del fornitore con la gestione della categoria.
  • End-users:
    • Livello di servizio aumentato.
    • Stock out ridotti.

Limitazioni del Vendor Managed Inventory. Svantaggi

  • Il successo di un'niziativa di VMI dipende dalla forza del rapporto fra i fornitori ed i rivenditori.
  • Aumentano la dipendenza fra le parti ed i costi di commutazione [switching costs].
  • La mancanza di fiducia a scambiare i dati può provocare un'implementazione inefficace in una o più delle seguenti forme:
    • Invisibilità dell'Inventario.
    • Squilibrio dell'Inventario.
  • Costi tecnologici e cambiamento dell'organizzazione.
  • Molti dati ed EDI testing necessari.
  • La perdita dello spazio necessario nello scaffale del venditore può provocare una diminuzione dell'attenzione dei compratori, paragonati ai concorrenti che non sono ancora nel VMI.
  • Le promozioni o gli eventi speciali devono essere comunicati in anticipo per evitare gli errori di pianificazione del riempimento (perdita di flessibilità).
  • La vulnerabilità aumenta per i rischi non prevedibili quali incidenti degli impiegati, uragani, ecc. dovuti ai minori livelli del magazzino.
  • La maggior parte dei benefici sono per il cliente finale e per la parte che vende, mentre il fornitore fa gran parte del lavoro.

Presupposti del Vendor Managed Inventory. Circostanze

Il VMI ha successo di solito nei settori e nelle organizzazioni con le seguenti caratteristiche:

  • Multipli punti vendita, perché questo aumenta i benefici se paragonato alla gestione del magazzino tradizionale.
  • Conseguenze severe nel caso di errori umani (Farmaceutici).
  • Settori con volumi alti e costanti (Dettaglio, Prodotti al Consumo).
  • Settori con magazzino di alto valore e con domanda fortemente imprevedibile (High Tech).
  • Gestione con forte capacità di leadership in grado di formare partnership strategiche di lungo termine (Automobilistico).

Referenza Bibliografica: Edward, A Silver - Inventory Management and Production Planning and Scheduling -

Referenza Bibliografica: David Simchi-Levi - Designing and Managing the Supply Chain -


Vendor Managed Inventory Forum
  The Required Trust in Vendor Managed Inventory
We are a B2B food company that export ingredients in bulk around the world. We compete with local industries and I would like to know if it is possible to use VMI as a competitive advantage in this business.
I have seen many examples showing a l...
     
 
  Economic Order Quantity Formula
EOQ is the order quantity that minimizes total inventory holding costs and ordering costs. It is used in production scheduling. The formula used to determine this order quantity is also known as Barabas EOQ Model or the Barabas Formula.

C...
     
 
  How to Maintain Minimum Stock Levels?
Should we maintain minimum stock levels for both fast moving and slow moving stock?
What differences exist in maintaining the levels of each type of stock?...
     
 
  Vendor Managed Inventory in India
Does anyone have information about any VMI case study in India?...
     
 
  VMI Between Up / Down Stream Manufacturers
What about establishing Vendor Managed Inventory (VMI) between a manufacturer and its manufacturer (down stream manufacturer)??...
     
 
  Advantages of Vendor Managed Inventory
Another strength of VMI is eliminating bidding wars while focusing on improved quality and customer service....
     
 

Vendor Managed Inventory Special Interest Group


Special Interest Group

Vendor Managed Inventory Corsi & Eventi


Corsi, Seminari ed Eventi


Migliori Pratiche - Vendor Managed Inventory Premium

Expert Tips (ENG) - Vendor Managed Inventory Premium
 

Factory Gate Pricing and 3PL

Compare VMI also with Factory Gate Pricing and  
 
 

Three Reasons for Dysfunctional Buyer - Supplier Relationships

Roloff, Aßländer and Nayier (2015) did research on the conditions for (un)successful buyer-supplier relationships and found that these relation...
Usage (application): Supply Chain Management, Purchasing, Alliances, Partnerships, Supply Chain Relations
 
 

Risorse - Vendor Managed Inventory Premium
 

Notizie

Vendor Managed Inventory Pratica
     
 

Notizie

Vendor Managed Inventory Concetto
     
 

Video

Vendor Managed Inventory Pratica
     
 

Video

Vendor Managed Inventory Concetto
     
 

Presentazioni

Vendor Managed Inventory Pratica
     
 

Presentazioni

Vendor Managed Inventory Concetto
     
 

Di più

Vendor Managed Inventory Pratica
     
 

Di più

Vendor Managed Inventory Concetto
     

Paragonare a Vendor Managed Inventory:  Terze Parti Logistiche (3PL)  |  CPFR  |  Outsourcing  |  SERVQUAL  |  Modello di Soddisfazione del Cliente  |  Quality Function Deployment  |  Core Competence  |  Business Process Reengineering  |  Integrazione Verticale  |  Catena del Valore  |  Benchmarking  |  Just-in-time


Ritornare alla Disciplina di Gestione: Supply Chain & Quality


Più Metodi, Modelli e Teorie di Gestione

Special Interest Group Leader

Lei qui


Tutto su 12manage | Pubblicitá | Collegati a noi | Privacy | Termini del Servizio
Copyright 2016 12manage - The Executive Fast Track. V14.1 - Ultimo aggiornamento: 29-9-2016. Tutto i nomi appartengono ai loro proprietari.